Complici i dati incoraggianti sull’andamento dell’epidemia, dal 3 giugno verranno attuate le nuove disposizione in merito alle aperture e agli spostamenti previsti dall’ultimo DPCM.

Da oggi, infatti, sarà possibile viaggiare liberamente tra le diverse Regioni del nostro Paese (salvo specifiche disposizioni di ciascuna Regione) senza la necessità di fornire una valida motivazione e quindi senza dover presentare l’autodichiarazione.

Saranno consenti i viaggi verso l’estero nei Paesi rientranti nell’area Schengen, Regno Unito, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano (salvo diverse disposizioni specifiche di ciascun Stato), pur sottoponendosi alle misure di controllo e prevenzione previste per contrastare la diffusione del virus (come la misurazione della temperatura corporea). Inoltre, chi arriverà nel nostro Paese dall’estero non dovrà più essere sottoposto al periodo di quarantena.

Sempre in tema di spostamenti, quelli in auto saranno possibili tra più persone solo se queste fanno parte dello stesso nucleo familiare, altrimenti saranno consentite solo due persone e dotate di mascherina. In moto, invece, si dovrà viaggiare da soli, a meno che il passeggero non sia un convivente.

Nonostante tali allentamenti, rimangono invariate le disposizioni che riguardano il mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno un metro, il divieto di assembramenti e l’accesso a luoghi pubblici a chi presenta una temperatura corporea superiore ai 37.5°.

Bisognerà attendere ancora qualche giorno per la riapertura di teatri, cinema, club e discoteche.